Regolamento interno

TITOLO PRELIMINARE

 

La societ√† VIPEALO, S.L., √® la proprietaria della scuola WINE GOGH. L’obiettivo del Regolamento sul Regime Interno √® quello di fungere da quadro comune in cui stabilire buone relazioni tra le parti che partecipano allo sviluppo del servizio formativo della scuola. Il Regolamento Regime Interno √® una norma interna che racchiude principi, diritti, doveri e comportamenti comportamentali, il cui scopo √® quello di disciplinare l‚Äôorganizzazione della scuola, le regole di convivenza e le procedure per la risoluzione dei conflitti.

 

 

LEGISLAZIONE

 

Le norme vigenti su cui si basa il presente Regolamento sono le seguenti:

 

‚Äď Contratto di istruzione e formazione non regolamentato. Delibera del 22 settembre 2021 della Direzione Generale del Lavoro, con la quale viene registrato e pubblicato il IX Contratto collettivo sull’istruzione e la formazione non regolamentata.

 

 

 

INDICE

 

INTRODUZIONE

LEGISLAZIONE

 

 

TITOLO PRELIMINARE

 

 

Arte. 1. Oggetto.

Arte. 2. Principi di condotta.

 

TITOLO I

 

COMUNITÀ DI FORMAZIONE

Arte. 3. Membri.

Arte. 4. Diritti.

Arte. 5. Doveri.

Arte. 6. Protezione contro la violenza e creazione di un ambiente sicuro per gli studenti minorenni.

Arte. 7. Principi ispiratori e regole di convivenza.

 

CAPITOLO PRIMO: ENTE/AZIENDA PROPRIETARIA

Arte. 8. Diritti.

Arte. 9. Doveri.

 

CAPITOLO DUE: STUDENTI.

Arte. 10. Diritti.

Arte. 11. Doveri.

Art. 12. Rappresentante legale/pagatore diverso dallo studente

Art. 13. Ammissione

 

 

CAPITOLO TRE. INSEGNANTI

Arte. 14. Diritti.

Arte. 15. Doveri.

 

 

CAPITOLO QUATTRO. ALTRI MEMBRI DELLA COMUNITÀ DI FORMAZIONE

Art. 16. Altri membri

Arte. 17. Diritti.

Arte. 18. Doveri.

 

 

 

TITOLO II

AZIONE FORMATIVA

Art. 19. Principi.

Art. 20. Progetto di Formazione Scolastica.

Art. 21. Programma e durata della formazione

Art. 22.- Valutazione e monitoraggio.

Art. 23.- Proprietà intellettuale

 

 

 

TITOLO III

 

ALTERAZIONE DELLA CONVIVENZA

 

 

Art. 24. Disposizione generale

ALTERAZIONE DELLA CONVIVENZA

Art. 26. Condotta contraria alla convivenza e/o gravemente lesiva.

Art. 27. Risoluzione del contratto

 

TITOLO V

 

       ALTRE REGOLE DI ORGANIZZAZIONE INTERNA

 

 

Art. 28. TARIFFE

 

TITOLO PRELIMINARE

 

Arte. 1. Oggetto.

 

 

 

Arte. 2. Principi di condotta.

 

L’organizzazione e il funzionamento della scuola risponderanno ai seguenti principi:

 

  1. a)La piena realizzazione dell’offerta formativa della scuola.
  2. b)Promuovere la qualità nella formazione.

 

La formazione erogata dalla scuola e scelta dagli studenti viene svolta nel rispetto dei valori della scuola, condensati in due principi guida:

 

Primo principio.- Valorizzare le competenze individuali degli studenti.

 

Secondo principio.- Preparare gli studenti a migliorare le proprie tecniche e conoscenze per diventare professionisti.

 

 

 

TITOLO I

COMUNIDAD FORMATIVA

 

Art. 3. Miembros.

 

  1. La comunit√† formativa della scuola √® costituita da un gruppo di persone coinvolte nell’azione formativa, che condividono e arricchiscono gli obiettivi della scuola.
  2. Le funzioni e le responsabilità dei membri della comunità di formazione (entità propriétaire, studenti, insegnanti e altri collaboratori) sono diverse a motivo del loro contributo al progetto comune.

 

Arte. 4. Diritti.

 

I membri della comunità formativa hanno il diritto di:

 

 

  1. a)Essere rispettati nei loro diritti, integrità e dignità personale.
  2. b)Conoscere il progetto formativo e il Regolamento del Regime Interno della scuola.
  3. c)Partecipare al funzionamento e alla vita della scuola, secondo quanto previsto dal presente Regolamento.
  4. d)Esercitare gli altri diritti riconosciuti dalle leggi, dalla scuola e dal presente Regolamento.

 

 

Arte. 5. Doveri.

 

I membri della comunità formativa hanno l’obbligo di:

 

  1. a)Accettare e rispettare i diritti dell’ente titolare, degli studenti, dei docenti e dei collaboratori della comunit√† formativa.
  2. b)Rispettare il progetto formativo, il presente Regolamento, le regole di convivenza e le altre regole di organizzazione e funzionamento della scuola, nonché le istruzioni o gli indirizzi formativi dei docenti e dei collaboratori.
  3. c)Rispettare il diritto alla privacy, all’onore, all’immagine di sé e alla salute di tutti i membri della comunità di formazione.
  4. d)Osservare le norme in materia di protezione e trattamento dei dati personali in conformità con le disposizioni della legge organica 3/2018, del 5 Dicembre, Tutela dei dati personali e garanzia dei diritti digitali y demás normativa de aplicación.

 

 

Arte. 6. Protezione contro la violenza e creazione di un ambiente sicuro per gli studenti minorenni.

 

Secondo la Legge Organica 8/2021, del 4 giugno, sulla protezione globale dei bambini e degli adolescenti contro la violenza, il Centro di Formazione WINE GOGH è uno spazio sicuro per i minori. Dove i diritti dei bambini sono rispettati, tutelati contro ogni intimidazione, discriminazione e situazioni di violenza o bullismo; promuovere l’adozione e il monitoraggio di misure educative che favoriscano il riconoscimento e la tutela dei diritti dei minori.

 

In quelle situazioni che potrebbero implicare un trattamento illecito di dati personali di minori, sar√† promossa una comunicazione immediata da parte del Centro di Formazione all’Agenzia Spagnola per la Protezione dei Dati.

 

Inoltre, √® obbligatorio che i docenti e i collaboratori abbiano l’accreditamento del certificato negativo del Registro centrale dei delinquenti sessuali e della tratta di esseri umani e che non siano stati condannati per reati contro la libert√† sessuale o indennit√† o tratta. degli esseri umani.

 

 Arte. 7. Principi ispiratori e regole di convivenza.

 

  1. Le regole di convivenza della scuola si ispirano ai seguenti principi fondamentali da favorire:

 

  1. a)Il progetto formazione
  2. b)Una buona atmosfera nella scuola durante la formazione fornita.
  3. c)Rispetto dei diritti di tutte le persone che partecipano all’azione formativa.

 

  1. Ferme restando quelle stabilite nel presente Regolamento, le regole di convivenza della scuola sono:

 

  1. a)Rispetto dell’integrit√† fisica, morale e patrimoniale delle persone che compongono la comunit√† formativa e di quelle altre persone ed istituzioni che si relazionano con la scuola in occasione dello svolgimento di attivit√† e servizi nella stessa.
  2. b)Correttezza nel trattamento sociale e uso di un linguaggio corretto e appropriato.
  3. c)Rispetto e sviluppo responsabile delle diverse funzioni dei membri della comunità formativa.
  4. d)Cooperazione in attività di formazione o di convivenza.
  5. e)Buona fede durante l’erogazione del servizio formativo.
  6. f)L’atteggiamento positivo nei confronti degli avvisi e delle correzioni.
  7. g)Rispetto delle regole di organizzazione, convivenza e disciplina della scuola.
  8. h)In generale, rispetto da parte dei membri della comunità formativa e di ciascuno dei suoi enti degli obblighi indicati nella normativa vigente e nel presente Regolamento, in particolare del progetto formativo della scuola.

 

 

 

CAPITOLO PRIMO: ENTE/AZIENDA PROPRIETARIA

                                               

Arte. 8. Diritti.

 

L’ente/società titolare ha il diritto di:

 

  1. a)Garantire il loro rispetto e potenziare la loro efficacia.
  2. b)Stabilire il progetto formativo della scuola e il piano di convivenza, nonché gli altri piani stabiliti dalla normativa formativa statale.
  3. c)Dirigere la scuola, esercitarne la rappresentanza e, infine, assumersi la responsabilità della sua organizzazione e gestione.
  4. d)Ordinare la gestione economica della scuola.
  5. e)Decidere la fornitura di attività e servizi.
  6. f)Selezionare, assumere, nominare e licenziare il personale scolastico.
  7. g)Progettare processi di formazione degli insegnanti e la loro valutazione.
  8. h)Stabilire, nell’ambito delle disposizioni vigenti, il diritto di ammissione degli studenti alla scuola, nonch√© il loro licenziamento.
  9. i)Avere l’iniziativa nel correggere le alterazioni della convivenza.
  10. j)Elaborare e specificare le regole di convivenza nel quadro di quanto previsto dalla legislazione statale.
  11. k)E tutti quei Diritti che le attuali normative consentono.

 

 

Arte. 9. Doveri.

 

L’ente proprietario √® obbligato a:

 

  1. a)Erogare la formazione nel rispetto del progetto formativo della scuola e degli standard di qualità stabiliti nel presente Regolamento.
  2. b)Promuovere il rispetto per gli altri durante l’erogazione della formazione.
  3. c)Far conoscere il progetto formativo e il Regolamento del Regime Interno della scuola.
  4. d)Essere responsabile del funzionamento e della gestione della scuola nei confronti della comunità formativa e della società.

 

 

 

 

CAPITOLO DUE: STUDENTI.

 

Art. 10. Diritti.

 

Gli studenti hanno il diritto di:

 

  1. a)La valutazione oggettiva e il riconoscimento della tua dedizione, impegno e prestazione.
  2. b)Ricevi indicazioni sulla formazione. 
  3. c)Esprimere liberamente le proprie opinioni, rispettando i diritti e la reputazione delle altre persone, nel quadro delle regole di convivenza della scuola.
  4. d)Partecipare, nei termini previsti dalla normativa vigente e nel presente documento, ai processi decisionali che li riguardano.

 

 

 

 

Arte. 11. Doveri.

 

Gli studenti sono tenuti a:

 

  1. a)Cercare di raggiungere il massimo sviluppo in base alle proprie capacità e partecipare ad attività di formazione volte allo sviluppo dei curricula.
  2. b)Seguire le linee guida di docenti e collaboratori per quanto riguarda la loro formazione e apprendimento.
  3. c)Rispettare l’autorit√† e le linee guida dei docenti e dei collaboratori della comunit√† formativa.
  4. d)Frequentare le lezioni puntualmente e rispettare il programma della scuola e il calendario della formazione.
  5. e)Partecipare e collaborare per migliorare la convivenza e raggiungere un clima di studio adeguato a scuola.
  6. f)Rispettare il diritto alla formazione degli altri studenti.
  7. g)Rispettare il presente Regolamento Interno e rispettare le regole di organizzazione, convivenza e disciplina della scuola.
  8. h)Mantenere e utilizzare al meglio le strutture e il materiale didattico della scuola
  9. i)Il corretto utilizzo dell’edificio, dei mobili, delle strutture, in conformit√† con la sua destinazione e le regole di funzionamento, nonch√© il rispetto della prenotazione dell’accesso ad alcune aree della scuola. La scuola fornir√† i materiali di base per ogni materia; √® obbligo di ogni studente conservare e conservare i propri materiali, secondo il loro corretto utilizzo. Nel presente documento,¬†L’Allegato I dettaglia l’elenco dei materiali che WINE GOGH fornisce allo studente..
  10. j)Quegli altri obblighi stabiliti nel presente Regolamento e nella normativa vigente.
  11. k)Le classi dentro WINE GOGH Sono presenti di persona e la frequenza è obbligatoria, non sono ammesse assenze se non con certificato medico o lavorativo.
  12. l) Non saranno ammessi ritardi nelle aule, dopo i primi 5 minuti nessuno studente entrerà in classe.
  13. m)Lo studente cede, in questo atto, a¬†WINE GOGH, tutti i diritti che possono corrispondere a qualsiasi tipo di opera tutelabile dal diritto d’autore, sia essa testo, immagine o qualsiasi altro tipo di creazione tutelabile dalla propriet√† intellettuale, che sia stata realizzata nell’ambito del rispetto dell’oggetto del presente Contratto o tramite i mezzi della scuola¬†WINE GOGH, nonch√© quelli che potrebbero in qualche modo essere utilizzati dalla scuola realizzati durante l’orario accademico, o al di fuori di esso, con risorse provenienti da¬†WINE GOGH.

 

 

 

 

Rappresentante legale/beneficiario diverso dallo studente

 

Se una persona diversa dallo studente effettua il pagamento corrispondente alle tasse universitarie mensili alla scuola¬†WINE GOGH, sar√† privato di ogni azione inerente il monitoraggio del percorso formativo dello studente. Il legale rappresentante/pagatore diverso dallo studente ha l’unico obbligo e dovere di effettuare lui stesso la rata mensile. I diritti e gli obblighi di formazione, apprendimento e monitoraggio dei corsi impartiti in¬†WINE GOGH, allo studente ad esso iscritto.

 

 

Art. 13. Ammissione

 

  1. Il diritto di ammissione degli studenti spetta all’ente proprietario della scuola.

 

CAP√ćTULO TERCERO. DOCENTES.

 

Tanto los derechos como los deberes del personal docente, se estará a lo dispuesto en el convenio colectivo de aplicación, además de lo reflejado en el presente Reglamento.

 

 

 

Art. 14. Derechos.

 

Gli insegnanti hanno il diritto di:

 

  1. a)Svolgono liberamente la loro funzione formativa nel rispetto delle caratteristiche della posizione ricoperta, del curriculum e della proposta formativa della scuola.
  2. b)Partecipare alla preparazione della programmazione, se l’ente proprietario lo ritiene.
  3. c)Sviluppa la tua metodologia in conformit√† con la programmazione e quanto stabilito dall’entit√† del titolo.
  4. d)Utilizzare le risorse materiali e le strutture della scuola per scopi formativi, nel rispetto delle norme che ne regolano l’utilizzo.
  5. e)Godere della presunzione di veridicit√† nei casi in cui si verifichi l’alterazione della convivenza tra un membro del personale docente e uno studente, e ci√≤ fatte salve le prove che lo studente potrebbe fornire per confutare detta presunzione e far valere, in tal modo , i loro diritti o interessi.

 

 

Art. 15. Deberes.

 

  1. Gli insegnanti sono tenuti a:

 

  1. a)Svolgere le proprie funzioni in conformit√† con la legislazione vigente, le condizioni stipulate nel contratto e le linee guida dell’entit√† titolare.
  2. b)Collaborare al raggiungimento degli obiettivi del progetto formativo della scuola e seguire, nello svolgimento dei propri compiti, le linee guida stabilite nei programmi.
  3. c)Partecipare allo sviluppo della programmazione specifica dell’area o della materia insegnata, all’interno del team di formazione¬†del curso espec√≠fico correspondiente.
  4. d)Valutare il processo di apprendimento degli studenti.
  5. e)Il tutoraggio degli studenti, la direzione e l’orientamento del loro apprendimento in tutti gli aspetti della loro formazione.
  6. f)Collaborare al mantenimento dell’ordine e della disciplina nell’esercizio delle proprie funzioni, nel rispetto del piano di convivenza della scuola e promuovendone il rispetto.
  7. g)Mantieni la riservatezza professionale di tutte le informazioni a cui hai accesso a causa della tua condizione e posizione lavorativa.
  8. h)Attenersi alle istruzioni fornite dal titolare in materia di protezione dei dati personali nell’esercizio delle proprie funzioni.
  9. i)Rispettare il diritto all’immagine degli studenti e rispettare le normative al riguardo.

 

 

CAPITOLO QUATTRO. ALTRI MEMBRI DELLA COMUNITÀ DI FORMAZIONE

 

Art. 16. Collaboratori.

 

Possono far parte della comunità formativa i collaboratori che partecipano attraverso un contratto di fornitura di servizi, secondo quanto stabilito dal soggetto titolare della scuola.

 

Art. 17. Derechos.

 

Esercitano le loro funzioni nei termini stabiliti dal contratto di fornitura dei servizi, dalla legislazione loro applicabile e dall’ente proprietario della scuola.

 

 

Art. 18. Deberes.

 

Esercitano le loro funzioni nei termini stabiliti dal contratto di fornitura dei servizi, dalla legislazione loro applicabile e dall’ente proprietario della scuola.

 

 

  1. a)Non interferire con il normale svolgimento delle attività scolastiche.
  2. b)Svolgere le proprie funzioni in conformit√† con la legislazione vigente, le condizioni stipulate nel contratto e le linee guida dell’entit√† titolare.
  3. c)Collaborare al raggiungimento degli obiettivi del progetto formativo della scuola e seguire, nello svolgimento dei propri compiti, le linee guida stabilite nei programmi.
  4. d)Partecipare allo sviluppo della programmazione specifica dell’area o della materia insegnata, all’interno del team di formazione¬†del curso correspondiente.
  5. e)Valutare il processo di apprendimento degli studenti.
  6. f)Collaborare al mantenimento dell’ordine e della disciplina nell’esercizio delle proprie funzioni, nel rispetto del piano di convivenza della scuola e promuovendone il rispetto.
  7. g)Mantieni la riservatezza professionale di tutte le informazioni a cui hai accesso a causa della tua condizione e posizione lavorativa.
  8. h)Attenersi alle istruzioni fornite dal titolare in materia di protezione dei dati personali nell’esercizio delle proprie funzioni.
  9. i)Rispettare il diritto all’immagine degli studenti e rispettare le normative al riguardo.
  10. e)Respetar y cumplir la normativa de propiedad intelectual.

 

 

 

 

TITULO II

AZIONE FORMATIVA

 

Art. 19. Principi.

 

  1. L’azione formativa della scuola si articola attorno alla normativa applicabile, alle caratteristiche dei suoi soggetti agenti e destinatari, alle risorse della scuola e all’ambiente in cui √® inserita.

 

  1. I membri della comunit√† formativa sono i protagonisti dell’azione formativa della scuola.

 

  1. Integra e interrela aspetti accademici e formativi.

                                                                          

 

Art. 20. Progetto di Formazione Scolastica.

 

Il¬†rappresentante della propriet√†,¬†√® l’organismo competente a dirigere e coordinare la preparazione, l’esecuzione e la valutazione del progetto formativo.

 

Il grado di realizzazione del progetto formativo sar√† un indicatore del livello di qualit√† dell’offerta fatta dalla scuola.

 

Accedendo al seguente link è possibile visualizzare il dossier corrispondente a WINE GOGH, dove sono riportati i corsi di formazione, nonché i loro obiettivi, il materiale necessario per realizzarli, i progetti da realizzare, i prezzi corrispondenti a ciascun corso di formazione , tra gli altri.

 

https://traducciones.winegogh.es/

 

 

Art. 21. Programma e durata della formazione

 

Il programma formativo si compone di tre offerte formative; di orario ridotto, che può essere di gruppo o individuale, e una terza offerta di percorsi formativi, con durata mensile, con seminari ed eventi realizzati dalla scuola o da altri enti collaboratori.

Todos los cursos son presenciales.

 

Nelle tre offerte formative, lo studente potr√† sviluppare diversi usi e singolarit√† nell’apprendimento della pittura, con:

 

  1. ‚Äď Acrilico con tecnica Pouring.
  2. ‚Äď Acrilico con proiettori Decoupage.
  3. – Acquerello.
  4. ‚Äď Lettere.
  5. – Disegno.
  6. ‚Äď Laboratorio di mosaico.
  7. ‚Äď Laboratorio di trucco (pittura del viso, pittura del corpo)
  8. ‚Äď Laboratorio di ceramica.

 

 

 

Valutazione e monitoraggio.

 

La valutazione dell’azione formativa costituisce lo strumento per verificare il rispetto degli obiettivi della scuola e la base per adottare i correttivi utili a meglio raggiungere i propri obiettivi. Parteciper√† tutta la comunit√† formativa. L’entit√† del titolo ne dirige la preparazione e l’esecuzione.

 

Ogni studente riceverà il proprio voto, in modo da ordinare le abilità in ciascun corso.

 

Al termine del percorso formativo, lo studente riceverà, secondo la sua qualifica e i criteri del docente, un diploma che ne attesta il completamento.

 

Il diploma verrà inviato allo studente, alla sua email.

 

 

 

Art. 23.- Proprietà intellettuale

 

Lo studente cede, in questo atto, a¬†WINE GOGH, tutti i diritti che gli possono corrispondere su qualsiasi tipo di opera che pu√≤ essere protetta dal diritto d’autore, sia essa testo, immagine o qualsiasi altro tipo di creazione tutelabile dalla propriet√† intellettuale, che sia stata realizzata nell’ambito del rispetto della oggetto del presente Accordo o tramite i mezzi della scuola WINE GOGH, nonch√© quelli che potrebbero essere in qualche modo utilizzati dalla scuola effettuati durante l’orario accademico, o al di fuori di esso, con le risorse di WINE GOGH.

Tale trasferimento viene effettuato per il periodo massimo consentito dalla legge e per un ambito territoriale globale, e comprende tutte le modalit√† di sfruttamento attualmente esistenti ‚Äď in particolare i diritti di distribuzione, comunicazione pubblica, trasformazione e riproduzione ‚Äď nonch√© qualsiasi altra modalit√† futura. che potrebbe esistere. Inoltre, tale cessione comprende tutti gli usi che le opere o parti di esse potranno avere, utilizzando i mezzi tecnici attualmente conosciuti e quelli che potranno essere sviluppati in futuro e per qualsiasi applicazione.

 

TITOLO III

 

ALTERAZIONE DELLA CONVIVENZA

 

Art. 24.- Disposizione generale

La convivenza a scuola è regolata da quanto qui specificato Reglamento de Régimen Interior.

 

Art 25.- Alteración de la convivencia

Le alterazioni della convivenza possono consistere in comportamenti contrari alla stessa ovvero in comportamenti gravemente lesivi.

 

Art. 26. Condotta contraria alla convivenza e/o gravemente lesiva.

 

  1. a)Assenze ingiustificate.
  2. b)Mancanza di puntualità ingiustificata.
  3. c)Atti che alterano il normale svolgimento delle attività scolastiche, in particolare delle classi.
  4. d)Atti di indisciplina.
  5. e)Atti di scorrettezza, mancanza di considerazione, insulti e offese nei confronti di qualsiasi membro della Comunità Formativa.
  6. f)Il furto o il deterioramento intenzionale di proprietà, materiali, documentazione o risorse sia della scuola che di qualsiasi membro della Comunità Formativa.
  7. g)Azioni lesive dell’integrit√† e della salute di qualsiasi membro della Comunit√† Formativa.
  8. h)Il rifiuto sistematico di portare il materiale necessario allo sviluppo del processo di insegnamento-apprendimento.
  9. i)L’istigazione a commettere un reato contrario alle regole di convivenza.
  10. j)Uso inappropriato delle infrastrutture, dei beni o delle attrezzature scolastiche.
  11. k)Disobbedienza al rispetto delle regole scolastiche inserite nel progetto formativo.
  12. l)Aggressione fisica, minacce e coercizione, grave discriminazione e mancanza di rispetto per l’integrit√† o la dignit√† personale di qualsiasi membro della Comunit√† Formativa.
  13. m)L’umiliazione e l’umiliazione di qualsiasi membro della Comunit√† Formativa, soprattutto se presenta una componente sessista o xenofoba, nonch√© quelle effettuate contro gli studenti pi√Ļ vulnerabili a causa delle loro caratteristiche personali, sociali o educative.
  14. n)

√Ī) Impersonazione della personalit√† negli atti di insegnamento della vita.

  1. o)La falsificazione, il deterioramento o il furto della documentazione accademica.
  2. p)L’introduzione nella scuola di oggetti o sostanze pericolose, dannose per la salute e l’integrit√† personale di qualsiasi membro della Comunit√† Formativa.
  3. q)L’istigazione o l’incoraggiamento a commettere un reato che pregiudichi gravemente la convivenza scolastica.
  4. r)Il reiterato rifiuto di conformarsi alle misure correttive adottate.

 

Art. 27.-  Resolución de contrato

Condotte contrarie alla convivenza e/o gravemente dannose comporteranno:

  1. a)Risoluzione unilaterale del contratto ed espulsione dalla scuola.

 

 

TITOLO IV

 

ALTRE REGOLE DI ORGANIZZAZIONE INTERNA

 

 

 

Art. 28. TARIFFE

 

  1. a)Per il buon funzionamento della scuola, la retta √® un unico pagamento, effettuato prima dell’inizio del corso. Tramite Carta Bancaria e/o Bonifico Bancario¬†

 

 

  1. b)In caso di mancato pagamento, la scuola negher√† l’accesso e addebiter√† un supplemento di 20 EURO per quota restituita o non pagata (facoltativo).
  2. c)Per ritirarsi è necessario avvisare la scuola con due settimane di anticipo.

 

 

      ALLEGATO I.

 

MATERIALI BASE FORNITI AGLI STUDENTI

 

  1. ‚Äď Materiale dello schizzo:

 

‚Äď Matite di grafite

– Gomma per cancellare

– Temperamatita

il righello

 

  1. – Spazzole:

 

‚Äď Per lo sfondo

‚Äď Per motivi

– Per dettagli

(Spazzola universale, piatta, spazzola rotonda affilata, spazzola a ventaglio, tra gli altri).

 

  1. – Colori acrilici

 

  1. ‚Äď Cavalletto

 

  1. – Tavolozza

 

  1. ‚Äď Dental

 

  1. Stracci

 

 

 

 

 

¬°Gracias! Usa el c√≥digo ‚Äúwelcome5‚ÄĚ al finalizar tu compra para obtener tu descuento.

Condiciones del seguro de cancelación

-Cancelación gratuita antes de 4 días.
-Modificación gratuita hasta 24h antes del evento
-Si se cancela durante las √ļltimas 24h, solo se devolver√° el 40% en formato cup√≥n
-Si no se notifica, se pierde el 100%
-No hay excepciones.